Menu di navigazione

Filler e Botulino

Filler dermici (come l´acido ialuronico) e botulino (abbreviazione di tossina botulinica, anche detto Botox) rappresentano semplici trattamenti non chirurgici utilizzati per spianare le rughe e per ripristinare il volume e la forma perduti in diverse aree del viso, fenomeni questi associati all’invecchiamento. Nonostante la corretta cura della pelle, alcune persone si accorgono infatti dei segni del tempo e sono quindi interessati a sapere cos’altro viene offerto oltre al semplice utilizzo di creme (che spesso promettono risultati semplicemente impossibili da ottenere). A causa degli effetti dell’invecchiamento del viso, non solo avviene una perdita di collagene ed elastina che causa rilassamento cutaneo e comparsa di rughe, ma si ha anche una riduzione del tessuto adiposo facciale, della massa muscolare ed una demineralizzazione dell’osso, che provocano una riduzione del volume del volto ed un graduale cambiamento della sua forma.

Le iniezioni di botulino e filler sono tra le procedure cosmetiche non chirurgiche più popolari, essendo generalmente accompagnate da un disagio minimo e da una ripresa immediata della vita sociale. Il botox è generalmente usato per trattare le rughe di espressione mentre i filler possono essere usati per aggiungere volume alle labbra o ad altre aree del viso.

I due trattamenti possono anche essere combinati e vengono effettuati nell´ambulatorio del medico. Il loro scopo dovrebbe sempre essere quello di creare risultati naturali, evitando di stravolgere i lineamenti del paziente.

Il botulino puó agire solo sulle rughe causate dal movimento muscolare. Queste sono conosciute come rughe dinamiche e sono spesso chiamate “rughe di espressione”. Le rughe dinamiche più comuni che il Botox è in grado di trattare sono quelle glabellari (rughe verticali che si formano tra le sopracciglia), le linee orizzontali della fronte e le zampe di gallina intorno agli occhi. Queste rughe sono causate dalla comune mimica facciale (sorridere, accigliarsi, ecc). La tossina botulinica non agisce quindi su rughe causate dal rilassamento e dalla perdita di volume del viso, risultanti da una riduzione del collagene e dell’elasticità della pelle. Queste sono conosciute come rughe statiche e possono essere trattate con i filler dermici.

I filler dermici, solitamente costituiti da acido ialuronico, sono sostanze progettate per essere iniettate sotto la superficie della pelle.

Possono aggiungere pienezza alle aree che necessitano di volume: labbra, solchi nasolabiali (le due pieghe che scorrono da ciascun lato del naso fino all’angolo della bocca), solchi lacrimali (comunemente definite “occhiaie”) e regione zigomatica (regione delle guance).

Botulino e filler dermici non sono permanenti ma vengono gradualmente eliminati dal corpo. Gli effetti possono durare tra i 3 e i 6 mesi a seconda del paziente ed è pertanto necessario ripetere il trattamento per mantenere il risultato.

Essendo sostanze diverse progettate per usi diversi, possono essere tranquillamente combinati in un unico trattamento. Ad esempio, un paziente può usare la tossina botulinica per spianare le zampe di gallina e contemporaneamente un filler per andare a riempire le rughe nasolabiali.

Nel complesso, gli effetti collaterali di questi trattamenti sono di entitá molto lieve (uno dei motivi per cui sono diventati così popolari). Nel caso dei filler, é possibile la comparsa di piccoli lividi, di un modesto gonfiore, di arrossamento e di una sensazione di fastidio attorno al sito di iniezione, che si risolvono nel giro di un paio di giorni (si consiglia comunque di pianificare una settimana di recupero dal giorno del trattamento, prima di partecipare ad un evento importante). Dopo l´iniezione di botulino invece, il paziente puó generalmente prendere parte ai propri impegni sociali il giorno stesso poiché gonfiore ed arrossamento nei siti di iniezione scompaiono di solito entro 30-60 minuti.

Le iniezioni di filler producono risultati praticamente immediati. Le iniezioni di botox possono iniziare a mostrare i loro risultati dopo 2-3 giorni, ma di solito sono necessari fino a 10-14 giorni per vedere l’effetto finale del trattamento.

Rinofiller

L’acido ialuronico viene utilizzato in questo caso per correggere la forma del naso. Il rinofiller (chiamato anche rinoplastica non chirurgica o rinoplastica liquida) ha tuttavia indicazioni limitate e specifiche e non puó risolvere tutti i problemi estetici del naso. È principalmente indicato per sollevare leggermente la punta e per nascondere una “gobbetta” pronunciata in modo da ottenere un profilo piú dritto. Puó essere inoltre utilizzato per correggere il naso “a sella”, che presenta cioè schiacciamenti o vuoti da riempire (anche lasciati da un precedente intervento di rinoplastica chirurgica riuscito male). La correzione non chirurgica del naso con acido ialuronico modifica solamente un difetto estetico e non corregge quindi una difficoltà respiratoria o una deviazione del setto nasale per le quali, invece, occorre l’intervento chirurgico. La procedura non è dolorosa, si svolge nell’ambulatorio del medico e dura solo pochi minuti. Dopo la sessione, non vengono applicate medicazioni o cerotti e si può notare solo un leggero gonfiore, che scompare nel giro di un paio di giorni. Non è necessario nessun ”periodo di recupero” ed il ritorno alla vita sociale è diretto. Il riposo di alcuni giorni è richiesto solo per le attività sportive ed è consigliabile non indossare occhiali se viene trattato il dorso del naso. I risultati del trattamento sono immediati e nella maggior parte dei pazienti gli effetti persistono per 6-12 mesi. Sebbene debba essere ripetuto, il rinofiller può rappresentare una valida alternativa all’intervento chirurgico. Il risultato finale è molto naturale ed è quindi un’ottima opportunità per tutti coloro i quali non si sentono pronti per un intervento chirurgico ma desiderano migliorare l´aspetto del proprio naso.